Sulle orme della Parigi Dakar !


Anche se ormai non si svolge più in questo percorso dal 2007,  ma si sviluppa tra Argentina e Cile a casa delle numerose minacce,

il fascino della competizione estrema della Parigi\Dakar,  è scolpito nella storia ….!

E soprattutto nel cuore dei tantissimi concorrenti, che negli anni,  hanno deciso di mettere a rischio la propria vita,  per prenderne parte.

Una competizione pericolosa, un Rally ESTREMO in cui i piloti,   lanciando una sfida ai propri limiti e con il divieto di assistenza esterna,  correvano per 3 settimane,  i rischi del deserto!  Tra tempeste di sabbia improvvise, caldo torrido, notti gelide e trappole disseminate in ogni metro del percorso…

Controversa ed Affascinante…. Per me ripercorrere una piccola parte del percorso di questa f-a-m-o-s-i-s-s-i-m-a competizione, sfrecciando con i capelli al vento….  è stato davvero intenso ed emozionante!

Per  tantissimi piloti, proprio per questo suo “Non seguire una strada predefinita”  e per la sua difficoltà, questa competizione ha da sempre rappresentato un “Sinonimo di Libertà”.  Libertà che non si trova in altre gare e che probabilmente,  si è  persa per sempre con la decisione,  di spostare il Rally in un altro continente (Anche se necessaria).

Le contestazioni per una manifestazione così pericolosa, non sono mai mancate  e la risposta di Thierry Sabine, ideatore della Parigi/Dakar è sempre stata: “C’est la Dakar”, come a dire, prendetela com’è, in fondo senza i suoi rischi….  non sarebbe lo stessa!

Ed io con immenso onore ho preso parte a questa meravigliosa escursione in 4×4 per raggiungere la tappa finale del suo percorso, (a circa 30 km dalla capitale del Senegal , Dakar) passando per il Lake Retba,  detto anche Lago Rosa.

Uno dei laghi più salati & sicuramente più colorati del mondo!

Rosa come le sue acque, (colore causato da un pigmento rosso,  prodotto dalle alghe presenti e che  offre uno spettacolo magico ed inimitabile , soprattutto quando il sole è allo Zenit)

e più salato del Mar Morto, il Lake Retba, rappresenta un vero e proprio spettacolo della natura.

Se le suggestive  montagne di sale bianco estratto dalle acque del lago, l’emozionante incontro con gli abitanti dei villaggi lungo il percorso e lo sfrecciare su e giù, sobbalzando, tra le ripide e morbissime dune dorate baciate dal sole, ancora non vi bastasse…

 

Ci penserà l’incontro con l’Oceano che accarezza la costa…  a rendere questa escursione, una tappa imperdibile e soprattutto indimenticabile, nel corso del vostro Viaggio in Senegal!

Nei prossimi capitoli proseguiremo la scoperta della regione di Dakar, con i  piccoli villaggi nel  grande Delta del  Saloum &  la Riserva di Bandia.

Venite con Me! Teranga Senegal!

Il Senegal rafforza la presenza sul mercato italiano anche grazie all’apertura del nuovo aeroporto Blaise Diagne, con una capacità di oltre 3.000.000 di passeggeri , che sarà definitivamente operativo a partire dal 7 dicembre. Per volare su questa destinazione, vi consiglio le tratte di Meridiana  – Per tutte le info per organizzare il Vostro prossimo Viaggio in Senegal, vi consiglio di visitare e contattare  L’Ente del Turismo del Senegal – martino@htravel.it

http://www.visitezlesenegal.com

Leggi anche DAKAR: Lasciatevi Affascinare!

E se ancora non sei convinto, scopri perchè dovresti ASSOLUTAMENTE VISITARE IL SENEGAL!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *