Nazaré: Quiete e furia, tra storia passata, presente e futura.


A poco più di 100 km a Nord di Lisbona sorge un tipico e pittoresco paesino di Pescatori, o meglio, questo è quello che è stato Nazaré , fino a qualche anno fa…  prima della “scoperta” di qualcosa che avrebbe cambiato per sempre il futuro di questa tranquilla cittadina .

A little more than 100 km north of Lisbon lies a typical and picturesque fishermen village, or rather, this is what was Nazaré, until a few years ago … before the “discovery” of something that would have changed forever the future of this quiet town.

Tra quiete e furia: 

Splendide e colorate barche da pesca giacciono lungo la spiaggia sabbiosa, 

il cielo, azzurrissimo, domina intenso sopra le singolari casine bianche, dal tetto color mattone,

e  la vita quotidiana scorre a ritmo lento, tra pescatori intenti a snodare fitte reti da pesca

e donne in abiti tradizionali, con 7 gonne l’una sull’altra,  che offrono frutta secca ed alloggi a turisti di passaggio, 

richiamando nostalgicamente i periodi passati.  

Beautiful and colorful fishing boats lie along the sandy beach. The sky, very blue, dominates intense above the singular white houses, with a brick-colored roof, and daily life runs at a slow pace, among fishermen intent to untangle dense fishing nets and women in traditional clothes, with 7 skirts on each other, offering dried fruit and accommodation to passing tourists,nostalgically recalling past times.

Ma facendo qualche passo più in là e scendendo verso il promontorio, dove si ergono la  Fortezza di São Miguel Arcanjo,  costruita nel 1577 per difendere la zona dai pirati, e il suggestivo Faro dal color Rosso, che domina l’Oceano Atlantico,

l’atmosfera cambia, si fa più tesa, misteriosa; l’aria si riempie di salsedine,  l’acqua si gonfia e percuote violentemente la terra,

facendo tremare la scogliera che cade a picco nel mare.

But taking a few steps farther and going down towards the promontory, where the São Miguel Arcanjo Fortress, built in 1577 to defend the area from the pirates, and the striking red lighthouse overlooking the Atlantic Ocean, stand the atmosphere changes, becomes more tense, mysterious; the air fills with salt, the water swells and violently hits the earth, shaking the cliff that falls into the sea.

Gigantesche onde vengono “tagliate” in velocità da impavidi surfisti e scie di  velocissime moto d’acqua disegnano linee

apparentemente irregolari, che segnano il destino di colui che guida e di colui che viene trainato.

Gigantic waves are “cut” in speed by fearless surfers and trails of fast jet skis draw lines

apparently irregular, which mark the fate of the one who leads and of the one who is being towed.

Queste acque non perdonano.  Benvenuti a Nazaré.  – These waters do not forgive. Welcome to Nazaré

Passato Presente e Futuro:

Il motivo della mia visita a Nazaré questa volta, non è solo apprezzare, passeggiando per le vie, la meraviglia di questa cittadina custode di storie e leggende ,

ma ammirarla, allontanandomi dalla terra ferma, da una prospettiva concessa solo a pochi coraggiosi eletti.

Incantata, estasiata,  riesco a vedere da vicino i Big Wave Riders,

ovvero “i Cavalcatori di Onde Giganti”. 

A bordo di un Jet Sky, guidato da Alessandro Marcianò,  guerriero del mare, surfista all’estremo e, per questa occasione, guida d’eccezione, 

ci rechiamo in prossimità del Canyon sottomarino profondo 5.000 metri, per ammirare con stupore  lo spettacolo naturale,

laddove si erge una delle Onde più grandi del Mondo: Sua signora “Big Mama”.

Note già in passato  per le loro straordinarie grandezza e potenza, e per aver mietuto molte vittime tra gli uomini di mare,

lasciando vedove dal cuore infranto piangere i proprio cari, sconfitti in mare aperto, dall’irruenza e dalle forti correnti, 

le onde di Nazaré,  da qualche anno, si trovano nel mirino dei maggiori media internazionali. 

Past Present and Future:

The reason for my visit to Nazaré this time, is not only to appreciate, walking through the streets, the wonder of this town, a keeper of stories and legends, but admiring it, moving away from the mainland, from a perspective granted only to a few courageous elect.

Enchanted, ecstatic, I can see the Big Wave Riders up close, or “the Giant Wave Cavers”.

Aboard a Jet Sky, led by Alessandro Marcianò, a sea warrior, an extreme surfer and, for this occasion, an exceptional guide, we go near the 5,000-meter submarine Canyon, to admire the natural spectacle in amazement where one of the biggest waves in the world stands: His lady “Big Mama”.

Notes already in the past for their extraordinary size and power, and for having reaped many victims among seafarers, leaving widows with a broken heart weeping their loved ones, defeated in the open sea, by impetuosity and strong currents, the waves of Nazaré for some years, are in the crosshairs of the major international media.

18.. 23… 25 ….32 metri… le Onde Giganti!

Ritenute impossibili da domare, paurose, spaventose

e così alte da “sembrare muri liquidi”, come mi racconta Alessandro Marcianó, ambasciatore Italiano del Big Wave Riding e detentore di un record di 18 Mt.

Alessandro, italianissimo ma ormai portoghese di adozione, con coraggio e dedizione,  insieme ad altri Big quali McNamara, Hugo Vau , Marcelo Luna, Andrew Cotton,

da più di 3 anni si dedica alla disciplina del Tow-In Surfing  cavalcando questi giganti liquidi e proiettando in alto il nome di Nazarè, in Italia, in Europa e nel mondo intero.

Lo spettacolo che creano questi “Audaci Gladiatori Moderni” (come amo definirli)

cavalcando la furia della natura, rischiando la vita e sfidando l’impossibile,

attrae ogni giorno frotte di turisti curiosi ed increduli,  ed è  visibile da Praia do Norte, ma anche e soprattutto dal Faro e della Fortezza ,

oggi custode del Surf Wall, dove viene spiegato il perché della formazione delle onde giganti al largo di Nazaré e soprattutto dove vengono esposte le tavole dei più importanti surfisti arrivati fin qui per cavalcare le Onde Giganti da tutto il mondo.

Qui, alla Fortezza, il sindaco Walter Chicharro dà luogo ad una vera e propria cerimonia di celebrazione per ogni nuova arrivata.

18 .. 23 … 25 …. 32 meters … the Giant Waves!

It Considered impossible to tame, fearful and frighteningly so high to “look like liquid walls”, as Alessandro Marcianó told me, Italian ambassador of Big Wave Riding and owner of a record of 18 Mt.

Alessandro, very Italian but now Portuguese adoption, with courage and dedication, together with other Big such as McNamara, Hugo Vau, Marcelo Luna, Andrew Cotton for more than 3 years he has dedicated

himself to the discipline of Tow-In Surfing riding these liquid giants and projecting the name of Nazarè upwards, in Italy, in Europe and in the whole world.

The show that create these “Audacious Modern Gladiators” (as I like to call them) riding the fury of nature, risking life and challenging the impossible.

It attracts crowds of curious and incredulous tourists every day, and is visible from Praia do Norte, but also and above all from the Faro and the Fortezza, today the custodian of the Surf Wall, where it is explained why the formation of giant waves off Nazaré and above all where the plates of the most important surfers arrived so far to ride the Giant Waves from all over the world.

Here, at the Fortezza, Mayor Walter Chicharro gives rise to a real celebration ceremony for each newcomer.

Il Sitio, (la parte alta della città) è raggiungibile grazie ad un’antica funicolare che regala un meraviglioso panorama sulla cittadina, sul porto (in cui oggi possono approdare in modo sicuro i pescatori e da cui si preparano ad uscire i riders) e sulla fantastica spiaggia Sur,  dorata e curatissima, in cui non mancano mai eventi dedicati allo sport.

Soprattutto grazie all’impegno del sindaco Chicharro, che molto sta investendo nello sviluppo del turismo.

Nazaré infatti, oltre a strutture ricettive ed attrazioni per tutti i gusti,

offre anche un ricchissimo calendario, fitto di eventi ed attività sportivi, attivo tutto l’anno.

E’ un luogo da scoprire, assaporando la nostalgia dei tempi passati e gustandosi

l’inarrestabile sviluppo che porterà questa perla del Portogallo a splendere sempre di più.

The Sitio, (the upper part of the city) can be reached thanks to an old funicular that offers a wonderful view of the town, the port (where today the fishermen can safely arrive and from which riders get ready) and on the fantastic Sur beach, golden and well-kept, in which there are always events dedicated to sport.

Above all thanks to the commitment of the mayor Chicharro, who is investing a lot in the development of tourism.

Nazaré, in addition to accommodation facilities and attractions for all tastes, also offers a rich calendar, full of events and sports activities, active all year round.

It is a place to discover, savoring the nostalgic feeling of times gone by and enjoying

the unstoppable development that will bring this pearl of Portugal to shine more and more.

Raggiungere Nazarè:

Per volare su questa destinazione vi consiglio le tratte di Tap Air Portugal,  

la compagnia aerea di bandiera portoghese vola ora per Lisbona da Roma, Milano, Venezia e Bologna

e si conferma compagnia aerea Surf-Friendly offrendo il trasporto tavole gratuito fino al 31 marzo 2019.

Per tutte le info su questa offerta visitate il sito  www.flytap.it 

Reaching Nazarè:

To fly on this destination I recommend the routes of Tap Air Portugal, the Portuguese airline now flies to Lisbon from Rome, Milan, Venice and Bologna and it is confirmed surf-friendly airline offering free transport tables until March 31, 2019.

Ecco i Canali social, per continuare a seguire ALESSANDRO MARCIANO’ nelle Sue Avventure  FacebookInstagram

Per organizzare un Viaggio in questa destinazione vi consiglio di visitare  Município da Nazaré

e le pagine  dell’ente del Turismo Portoghese:  Turismo de Portugal –  Turismo Centro de Portugal   

Alla prossima avventura!!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *