Copenaghen: 24 ore nella Capitale Danese.


14211953_1767226123555244_7543728466621169300_n

Voi penserete… “Ma 24 ore sono troppo poche per visitare una città, che ci fai!?” da una parte avete ragione, ma dall’altra se le ottimizzate al meglio, Vi armate di una City Map, buone gambe e tanta curiosità, … certamente non vi avanzeranno… ma vi assicuro che basteranno!

E così… in poco meno di 24 ore e in poco più di 20 km percorsi a piedi… ci siamo potuti godere un bel pezzo di questa Capitale Nordica. 

Inizio Tour alle ore 11.00 a.m. :

Pochi passi fuori dalla metro (scesi alla stazione centrale di Norreport ), ci siamo imbattuti nella famosissima Stroget! La via pedonale più lunga d’Europa, nonché via dello shopping e dello struscio della capitale danese . Dopo aver fatto rifornimento di cibo in uno dei localini centrali, abbiamo raggiunto l‘ingresso del Parco Divertimento Giardini di Tivoli, chiaramente (dato i tempi stretti e lo stomaco pieno!!) lo abbiamo potuto solamente ammirare da fuori, non prima di esserci scattati un Seflie con il buon Andersen, scrittore Danese celebre per le Sue bellissime fiabe .

Proseguendo il nostro giro tra le vie centrali, ci siamo imbattuti nella Rundetårn ovvero la Torre Rotonda , uno dei simboli della Danimarca 

 

 

E così, felici e riposati, ci siamo diretti verso il molo di Langelinie , per ammirare la famosissima statua, situata all’ingresso del Porto. (E ammetto che la delusione avuta nel vederla così MINUSCOLA, se la sta ancora battendo, con quella provata vedendo per la prima volta dal vivo, la Statua della Libertà di New York!) da qui, non potevamo certo farci sfuggire i tipici e pittoreschi Canali della città, e così tornando verso il centro, siamo riusciti a fare una capatina anche lì, come saprete la Danimarca è anche la patria di alcune delle birre più famose del mondo! Impossibile lasciare la city senza averne bevute almeno un paio.

Trovo che passeggiare per le vie, sia uno dei modi più belli, di scoprire una città. Infilarsi nelle stradine laterali, guardarsi intorno, scoprire negozi , locali, architettura, ma anche usanze della gente del posto e stile di vita. Chiaramente, i ritmi di questa giornata sono stati molto intensi, gli zaini sulle spalle pesanti, ma se anche per voi camminare non è un problema, vi consiglio di fare lo stesso.

C’era ancora una cosa che volevamo fare a Copenaghen, prima di salutarla e partire per l’islanda, e ce l’eravamo lasciata appositamente come GRAN FINALE… sto parlando della colorata e controversa città libera di Christiania! Che avevamo scelto di vistare in notturna! Ma purtroppo, a causa di una sparatoria appena avvenuta non è stato possibile, perché da libera era diventata…. blindata!

Sicuramente ci sarebbero state altre mille cose da fare e cento da visitare, ma questo per dirvi, che tra uno scalo e l’altro anziché restare in aeroporto ad aspettare il prossimo volo, o decidere di prendere un altro aereo ,perché l’attesa è troppa… valutate! Mettere il naso fuori e cogliere queste opportunità.. 

è sempre la scelta MIGLIORE! 

Nel prossimo articolo, ci vediamo in Islanda!!!!!!!!

Aloha!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *